naturopatia
09 Mar

La Visita Naturopatica


Una visita di Naturopatia può articolarsi in modi differenti poiché esistono tante tecniche di indagine e di riequilibrio che agiscono in modo naturale sull’intera persona. Queste tecniche vengono spesso denominate complementari per indicare che possono accompagnarsi alla medicina ufficiale per rinforzare l’individuo e ottenere un’azione sinergica .  Le stesse tecniche possono anche essere definite “olistiche” con lo scopo di mettere in risalto la loro qualità di intervenire sull’intero individuo e sulla sua personale relazione con l’ambiente in cui vive.

Per quanto mi riguarda  conduco una visita di naturopatia attraverso quattro passaggi. Il primo passaggio è il colloquio, che mi permette di raccogliere una dettagliata anamnesi e che mi indirizza verso le esigenze che in quel momento muovono chi ho davanti. In un secondo momento mi piace osservare la persona attraverso la reflessologia plantare: la fisiognomica dei piedi permette di raccogliere informazioni preziose su carattere, talenti, necessità e sul modo di reagire della persona. Ogni punto riflesso del piede racconta la salute psico- fisica dei diversi organi e apparati. Raccogliendo tutti questi dati di fisiognomica e di reflessologia è possibile osservare un quadro piuttosto chiaro della situazione attuale della persona nonché delle sue potenzialità e dei suoi punti di forza. Questo mi permette di ipotizzare possibili supporti naturali di tipo fitoterapico o floriterapeutico. Il terzo passaggio è appunto dedicato a una conferma dei risultati ottenuti attraverso il test muscolare della kinesiologia applicata. In fine l’incontro si conclude con la spiegazione di tutto ciò che è emerso e degli eventuali integratori e fiori consigliati.

Etichette